Scroll Top

Ventrone. La natura è morta la pittura è viva (Prorogata al 3 settembre)

Ventrone. La natura è morta la pittura è viva (Prorogata al 3 settembre)/span>

L’esposizione, curata da Luca Beatrice, presenta 35 dipinti di Luciano Ventrone (Roma, 1942 – Collelongo, 2021), un artista che, attraverso una ricerca meticolosa e una tecnica sorprendente, dà voce agli oggetti inanimati rendendoli metafora della vanità delle cose e della loro caducità.
Raffigura la realtà senza fare sconti: un trionfo di frutta dai colori brillanti, un cesto di limoni rugosi e di mele raggrinzite con le foglie secche. Il titolo della mostra è, dunque, concettuale, infatti Ventrone, attraverso la sua pittura viva, in continua evoluzione rappresenta una natura statica, che ha completato un ciclo, una natura morta, appunto.

Artribune “Natura morta e pittura nella mostra di Luciano Ventrone a Venezia”